Legislazione Farmaceutica-Books Download

Legislazione farmaceutica
29 Nov 2019 | 27 views | 0 downloads | 42 Pages | 400.16 KB

Share Pdf : Legislazione Farmaceutica

Download and Preview : Legislazione Farmaceutica


Report CopyRight/DMCA Form For : Legislazione Farmaceutica



Transcription

la Federazione nazionale degli Ordini dei chimici e dei fisici e non pi il Consiglio nazionale dei. l istituzione dell elenco nazionale certificato degli ingegneri biomedici e clinici presso l Ordine. degli ingegneri, la formazione dell area delle professioni socio sanitarie qui si collocano gli operatori sociosanitari. gli assistenti sociali i sociologi gli educatori professionali e gli eventuali nuovi profili professionali. individuati, Con il primo decreto attuativo 13 3 2018 al fine di valorizzare le professioni sanitarie e garantire la. tutela al diritto della salute del cittadino si sono costituiti gli Albi presso gli Ordini dei tecnici sanitari. di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche della riabilitazione e della prevenzione in. tal modo risultano regolamentate le professioni fino ad oggi non ordinate Il decreto ribadisce che. l esercizio della professione implica sempre l iscrizione al relativo albo anche nel caso dei dipendenti. La Legge n 3 2018 istituisce inoltre una procedura generale per l individuazione e il riconoscimento. di nuove professioni sanitarie sulla base di accordi tra Stato Regioni e Province autonome previo. parere tecnico scientifico del Consiglio superiore di sanit Tuttavia l individuazione di una. professione sanitaria potr anche seguire un percorso differente il rappresentante di una categoria. intenzionata ad ottenere il riconoscimento potr inviare una istanza motivata al Ministero della salute. che entro sei mesi dovr decidere circa l istituzione di una nuova professione. Con il decreto attuativo DM 23 3 2018 della Legge n 3 2018 stato istituito l Albo professionale. dei chimici e dei fisici che comprende,sezione A Chimica. sezione A Fisica,sezione B Chimica,sezione B Fisica. Per poter essere iscritti alle sezioni necessario inoltrare una domanda presso i Consigli Direttivi. degli Ordini dei chimici e dei fisici che provvedono all inserimento in una delle sezioni solo se chi ne. fa richiesta possiede uno dei seguenti requisiti, a possiede un titolo di studio richiesto e indicato nelle tabelle in allegato al DM.
b dimostra di svolgere da almeno 5 anni l attivit di professore universitario ruolo o aggregato. ricercatore o loro equiparati, c svolge o ha svolto per almeno 5 anni l attivit di dirigente o dipendente di enti pubblici o privati nel. profilo professionale di chimico fisico nell ambito del comparto sanit o in altri comparti ma con il. medesimo ruolo, d svolge da almeno 5 anni l attivit di esperto qualificato con relativa iscrizione all elenco. e ha conseguito la specializzazione in fisica medica o fisica sanitaria se si tratta del settore Fisica. Gli iscritti alla sezione A acquisiscono il titolo professionale di Chimico o Fisico mentre agli. iscritti alla sezione B spetta il titolo di Chimico junior o Fisico Junior Si precisa inoltre che le. eventuali specializzazioni in possesso di ciascun iscritto vengono annotate direttamente nell Albo. Per poter esercitare la professione di chimico e di fisico in forma individuale associata o societaria. obbligatoria l iscrizione all Albo sia che si tratti di lavoro subordinato o parasubordinato sia. nell ambito di un rapporto di lavoro autonomo o di prestazione d opera anche se i rapporti sono. saltuari e o occasionali La mancata iscrizione all Albo configura il reato di esercizio abusivo della. professione, Il DM 23 marzo 2018 infine precisa che in caso di provvedimenti disciplinari a carico di un iscritto. all Albo settore Fisica il Consiglio di disciplina decidente deve essere integrato da un numero di. fisici scelti tra gli iscritti all Albo cos da garantire un membro in pi rispetto al numero dei. componenti del settore Chimica, PAGINA 164 il testo seguente sostituisce la Nota Art 102 del paragrafo 3 1. Nota Art 102 Nonostante il riordino delle professioni sanitarie si precisa che in materia di. incompatibilit viene confermato l impianto normativo dell articolo 102 TULS in base al quale il. conseguimento di pi lauree o diplomi d diritto all esercizio cumulativo delle corrispondenti. professioni o arti sanitarie eccettuato l esercizio della farmacia Tuttavia alla luce delle novit. introdotte il Ministero ha voluto chiarire alcuni punti La giurisprudenza infatti ha sottolineato come. il divieto di esercizio contemporaneo della professione di farmacista e di altre professioni sanitarie. debba ricadere sul singolo farmacista criterio del cumulo soggettivo Ci significa che fatta. eccezione per la professione medica per la quale vige una incompatibilit assoluta si tratta infatti di. soggetti prescrittori che presentano un palese conflitto di interessi e per tale motivo il Consiglio di. Stato ha stabilito che l incompatibilit riguarda anche i medici non esercenti ma semplicemente iscritti. all Albo non si pu escludere la presenza di altri professionisti sanitari all interno della farmacia. Nello specifico la nota del Ministero della salute n 660 dell 8 febbraio 2018 puntualizza che la. figura del biologo abilitato e iscritto regolarmente al relativo Ordine pu certamente svolgere la. propria attivit di professionista sanitario presso le farmacie. PAGINA 174 il testo seguente in aggiunta al paragrafo 3 4 1. Le nuove procedure elettorali delle professioni sanitarie. Un secondo decreto attuativo della legge n 3 2018 15 3 2018 ha invece disciplinato le nuove. procedure elettorali delle professioni sanitarie Ogni Ordine al fine di favorire l equilibrio di genere e. il ricambio generazionale elegge a scrutinio segreto il Consiglio direttivo le Commissioni di Albo. quando l Ordine comprende pi professioni e il Collegio dei revisori Si precisa che in prima. convocazione in assemblea devono avere espresso il proprio voto almeno i due quinti degli iscritti. mentre in seconda convocazione almeno un quinto A partire dalla terza convocazione la votazione. valida qualunque sia il numero dei votanti Se l Ordine decide di procedere tramite modalit. telematiche necessario stabilire le procedure operative poi validate dalla Federazione in tutti gli. altri casi la votazione avviene a mezzo di schede bianche dotate del timbro dell Ordine e sulle quali. l elettore potr riportare il nome o i nomi dei candidati e la denominazione della lista. Infatti considerando che tutti gli iscritti all albo sono eleggibili possibile presentarsi singolarmente. o al contrario nell ambito di una lista Entrambe le candidature devono essere sottoscritte da un. numero di firme almeno pari al numero dei componenti dell organo da eleggere e ciascuna firma. deve essere autenticata dal presidente o da un suo delegato Il voto potr quindi essere espresso. il nome della lista,tutti i nominativi compresi nella lista.
uno o pi nominativi compresi nella o nelle liste, il nome del candidato che si presenta singolarmente. Il decreto indica inoltre la composizione dei seggi e le operazioni di scrutinio. Il seggio elettorale composto, a dai tre professionisti sanitari pi anziani di et presenti all assemblea diversi dal presidente. uscente non appartenenti al Consiglio direttivo alla Commissione di albo o al Collegio dei revisori. uscenti e non facenti parte delle liste di candidati due dei quali con funzioni di scrutatori. b dal professionista sanitario pi giovane d et presente all assemblea diverso dal presidente. uscente non appartenente al Consiglio direttivo o alla Commissione di albo nonch del Collegio dei. revisori uscenti e non facente parte delle liste di candidati che esercita le funzioni di segretario. Il presidente che deve in ogni caso preservare la segretezza del voto verifica il raggiungimento del. quorum prefissato e se quest ultimo non viene raggiunto la votazione non considerata valida Al. contrario si procede al conteggio delle schede quelle scrutinate devono essere conservate per 180. giorni quelle nulle o contestate per 4 anni ed il presidente a notificare immediatamente i risultati al. Ministero della salute ai Ministeri della giustizia dell istruzione dell universit della ricerca e del. lavoro e delle politiche sociali al tribunale civile e penale nonch alle federazioni degli Ordini e agli. enti nazionali di previdenza e assistenza delle categorie se previsti. La proclamazione degli eletti deve avvenire entro il 31 dicembre dell anno di scadenza del Consiglio. direttivo della Commissione di albo e del Collegio dei revisori uscenti mentre la distribuzione. effettiva delle cariche istituzionali si compie entro otto giorni dall avvenuta elezione Si tenga. presente che a parit di voti tra due o pi candidati proclamato il pi giovane in relazione alla data. pi recente della deliberazione di iscrizione all albo In caso di parit di tale data si tiene conto della. data pi recente di abilitazione all esercizio professionale e sussidiariamente dell et. Il decreto infine chiarisce che se i componenti degli organi eletti si riducono a meno della met nel. corso del quadriennio di carica si procede ad elezioni suppletive per poter predisporre le sostituzioni. fino alla scadenza, Tutte le operazioni descritte si applicano anche alle procedure elettorali di rinnovo degli Organi delle. Federazioni nazionali ma non esclusa la possibilit che siano le Federazioni stesse ad adottare. specifici regolamenti da trasmettere in ogni caso al Ministero della salute. PAGINA 181 il testo seguente sostituisce il paragrafo 3 5. Il Comitato centrale e il Consiglio nazionale della FOFI nel 1996 avevano approvato il testo del. Codice deontologico corredato da un regolamento della pubblicit della farmacia che imponeva stretti. vincoli alla promozione della farmacia Dopo soli quattro anni 13 12 2000 il Consiglio nazionale ha. approvato un nuovo codice e ha abolito il regolamento della pubblicit Rispetto al testo precedente la. modifica pi rilevante stata l eliminazione della maggior parte dei vincoli sulla pubblicit che. diventa quindi possibile purch basata su informazioni veritiere Si affronta anche. il problema di internet e del doping, Il testo pi recente stato approvato dal Consiglio nazionale il 7 maggio 2018 organizzato in 15. titoli che riguardano i diversi possibili aspetti dell attivit professionale ed integrato dal. Giuramento del Farmacista approvato dal CN il 15 dicembre 2005. Il codice stato modificato anche alla luce del mutato quadro legislativo prevede ad esempio il. dovere di informare i pazienti circa l esistenza di medicinali equivalenti art 15 e le regole sul. trattamento dei dati e privacy titolo XIV, Altre novit di rilievo riguardano l esplicita condanna di comportamenti scorretti nei confronti dei.
colleghi sfruttamento discriminazione mobbing molestie art 21 principi generali per la. preparazione di medicinali in farmacia e la spedizione delle ricette per i preparati magistrali art 9 e. 28 indicazioni relative alla consegna a domicilio dei medicinali art 30 precisi obblighi da. osservare nell installazione di cartelli indicatori art 25. Codice deontologico del Farmacista,Titolo I Oggetto e ambito di applicazione. Art 1 Definizioni, 1 Il Codice deontologico raccoglie le norme e i principi posti a garanzia del cittadino della. collettivit e a tutela dell etica della dignit e del decoro della professione del farmacista ed lo. strumento di riferimento dell Ordine professionale e degli iscritti all Albo. 2 La Federazione nazionale degli Ordini dei farmacisti adotta il Codice deontologico in attuazione. delle funzioni istituzionali svolte dalla stessa Federazione e dagli Ordini territoriali anche nel rispetto. del principio di sussidiariet, 3 L Ordine professionale l ente pubblico non economico che garantisce ai cittadini i requisiti di. professionalit e la correttezza del comportamento degli iscritti. Art 2 Ambito di applicazione, 1 fatto obbligo agli Ordini di recepire il presente Codice deontologico nonch di divulgare le. disposizioni in esso contenute di promuoverne la conoscenza e di verificarne il rispetto. 2 Tutti i farmacisti iscritti all Albo sono tenuti a conoscere e osservare le norme e i principi contenuti. nel presente Codice deontologico ed a tenere sempre anche al di fuori dell esercizio della. professione una condotta consona al proprio ruolo tale da non portare in nessun caso discredito alla. professione,Titolo II Principi e doveri generali,Capo I Doveri generali del farmacista.
Art 3 Libert indipendenza e autonomia della professione. 1 Il farmacista deve, a dichiarare al momento dell iscrizione all Albo di aver letto il Codice deontologico. b rispettare i principi del giuramento professionale che costituisce parte integrante del. presente Codice deontologico, c operare in piena autonomia libert indipendenza e coscienza professionale conformemente ai. principi etici propri dell essere umano e tenendo sempre presenti i diritti del malato e il rispetto della. vita senza sottostare ad interessi imposizioni o condizionamenti di qualsiasi natura. d nel rispetto del principio costituzionale di uguaglianza assicurare con diligente professionalit la. presa in carico di ogni paziente senza alcuna discriminazione e perseguire il principio di universalit. del Servizio Sanitario nella tutela della salute, e promuovere e divulgare trattamenti scientifici validati dalle autorit competenti e quindi di. comprovata efficacia anche con riferimento alle medicine non convenzionali. f osservare gli indirizzi di natura professionale e deontologica enunciati dalla Federazione nazionale. degli Ordini dei farmacisti e dall Ordine di appartenenza. 2 Al farmacista vietato porre in essere consentire o agevolare a qualsiasi titolo. a l esercizio abusivo della professione, b la dispensazione di farmaci in modo pericoloso per la salute pubblica. c ogni atto che configuri concorrenza sleale di cui all art 2598 del Codice Civile. Art 4 Dovere di collaborazione con autorit ed enti sanitari. 1 Il farmacista nella sua qualit di operatore sanitario collabora con le autorit coadiuvandole nel. raggiungimento degli obiettivi istituzionali Il farmacista tenuto in particolare a collaborare e. mettersi a disposizione delle autorit preposte in tutte le situazioni di calamit pubblica. 2 Il farmacista partecipa a campagne di prevenzione e di educazione sanitaria promosse o organizzate. dalle competenti autorit di concerto con la Federazione nazionale degli Ordini dei farmacisti o con. l Ordine territoriale,Art 5 Attivit di sperimentazione e ricerca.
1 Il farmacista nell attivit di ricerca e sperimentazione approvata dal competente Comitato etico. persegue il progresso scientifico il cui obiettivo primario quello di migliorare le conoscenze al fine. di tutelare la salute dei pazienti,Art 6 Medicine non convenzionali. 1 Il farmacista nell ambito delle sue competenze e prerogative professionali garantisce. un informazione corretta e veritiera finalizzata ad evitare che il paziente si sottragga da trattamenti. scientificamente fondati e di comprovata efficacia. 2 Il farmacista si impegna ad estendere la propria competenza professionale alle medicine non. convenzionali,Capo II Obblighi professionali del farmacista. Art 7 Distintivo professionale e camice bianco, 1 Nell esercizio dell attivit professionale al pubblico il farmacista ha l obbligo di indossare il camice. bianco unitamente al distintivo professionale e ad un tesserino identificativo con indicazione del. nome del cognome nonch del numero di iscrizione all Albo e dell Ordine di appartenenza Il. distintivo pu essere integrato anche nel tesserino identificativo. 2 Il camice bianco unitamente ad un tesserino identificativo recante la relativa qualificazione. altres indossato dai tirocinanti, 3 Il distintivo professionale quello adottato dalla Federazione nazionale degli Ordini dei farmacisti. e distribuito dall Ordine territorialmente competente e pu essere utilizzato solo dai farmacisti iscritti. all Albo che esercitano la professione nelle strutture pubbliche o private ove prevista per legge la. figura del farmacista In caso di cancellazione dall Albo il tesserino dovr essere restituito al. competente Ordine territoriale, 4 Il direttore di farmacia pubblica o privata ed il farmacista responsabile degli esercizi commerciali di.
cui all art 5 del D L 223 2006 convertito con modificazioni dalla L 248 2006 devono curare che il. distintivo professionale unitamente al camice bianco siano prerogativa esclusiva del farmacista. Qualora il direttore o il farmacista responsabile non riescano a far rispettare le disposizioni del. presente articolo dalla propriet della farmacia o dell esercizio di vicinato hanno il dovere di segnalare. l inosservanza all Ordine,Art 8 Dispensazione e fornitura dei medicinali. 1 La dispensazione del medicinale un atto sanitario a tutela della salute e dell integrit psicofisica. del paziente, 2 La dispensazione e la fornitura di qualunque medicinale sono prerogativa esclusiva del farmacista. che assolve personalmente a tale obbligo professionale e ne assume la relativa responsabilit. Art 9 Preparazione galenica di medicinali, 1 La responsabilit della preparazione galenica di medicinali prerogativa esclusiva del farmacista. 2 Il farmacista nella preparazione dei medicinali tenuto a osservare le procedure di allestimento. previste dalla normativa al fine di garantirne la qualit come presupposto di efficacia e sicurezza. Art 10 Farmacovigilanza aderenza e appropriatezza terapeutica. 1 Il farmacista concorre alla tutela della salute pubblica attraverso una puntuale osservanza delle. norme di farmacovigilanza provvedendo alla segnalazione di ADR alle autorit competenti. 2 Il farmacista pone in essere ogni utile iniziativa professionale volta ad assicurare l aderenza alle. terapie farmacologiche contribuendo a garantire un maggiore livello di efficacia delle medesime a. tutela della salute del paziente e di un corretto governo della spesa del Servizio Sanitario Nazionale. 3 Il farmacista collabora con il medico e con le strutture del Servizio Sanitario Nazionale al fine di. assicurare la migliore appropriatezza terapeutica, Art 11 Formazione permanente e aggiornamento professionale. 1 La formazione permanente e l aggiornamento sono presupposti per garantire l appropriatezza e. l efficacia della prestazione professionale, 2 Il farmacista ha il dovere della formazione permanente e dell aggiornamento professionale al fine.
di adeguare costantemente le proprie conoscenze al progresso scientifico all evoluzione normativa ai. mutamenti dell organizzazione sanitaria e alla domanda di salute dei cittadini. 3 Il farmacista partecipa alle iniziative gratuite di formazione permanente e aggiornamento. professionale alle quali la Federazione nazionale degli Ordini dei farmacisti o l Ordine di. appartenenza abbiano previsto la partecipazione con particolare riferimento al dossier formativo di. gruppo predisposto dalla Federazione stessa o dall Ordine. Art 12 Abuso e uso non terapeutico dei medicinali, 1 Il farmacista pone in essere ogni iniziativa di sua competenza professionale finalizzata al contrasto. dell uso umano o veterinario di medicinali o sostanze farmacologiche per finalit non terapeutiche e. in particolare a fini di doping, 2 Il farmacista promuove l automedicazione responsabile e scoraggia l uso di medicinali di. automedicazione quando non giustificato da esigenze terapeutiche. 3 Il farmacista allorquando ne venga a conoscenza ha il dovere di segnalare alla competente autorit. i casi di abuso o uso non terapeutico di medicinali. Titolo III Rapporti con i cittadini, Art 13 Pharmaceutical care e presa in carico del paziente. 1 Il farmacista deve assicurare il rispetto dei principi ispiratori della professione anche promuovendo. la pharmaceutical care e la presa in carico del paziente. 2 Il farmacista assicura che la prestazione dei nuovi servizi erogati dalle farmacie nell ambito del. Servizio Sanitario Nazionale avvenga nel rispetto della normativa vigente e in conformit alle linee. guida approvate dalla Federazione nazionale degli Ordini dei farmacisti. Art 14 Libera scelta della farmacia, 1 Al farmacista vietato porre in essere iniziative o comportamenti che limitino o impediscano il. diritto di libera scelta della farmacia da parte dei cittadini. Art 15 Attivit di consiglio e di consulenza, 1 Nell attivit di dispensazione consiglio e consulenza professionale il farmacista garantisce.
un informazione sanitaria chiara corretta e completa con particolare riferimento all uso appropriato. dei medicinali alle loro controindicazioni e interazioni agli effetti collaterali e alla loro. conservazione, 2 Il farmacista tenuto ad informare il paziente circa l esistenza di farmaci equivalenti. Titolo IV Rapporti con i medici i veterinari e gli altri sanitari. Art 16 Rapporti con le altre professioni sanitarie. 1 La comunicazione tra i professionisti della sanit si ispira ai principi del rigore scientifico. 2 Il farmacista nel rapporto con gli altri operatori della sanit deve attenersi al principio del rispetto. reciproco favorendo la collaborazione l integrazione e la condivisione nell ambito delle rispettive. competenze e correlate responsabilit anche attraverso lo scambio di conoscenze ed informazioni. Art 17 Comparaggio e altri accordi illeciti, 1 I rapporti con i sanitari abilitati alla prescrizione di medicinali non devono essere motivati e. condizionati da interessi o vantaggi economici nel rispetto della normativa vigente. 2 Costituisce grave abuso professionale incentivare in qualsiasi forma le prescrizioni mediche o. veterinarie anche nell ipotesi in cui ci non costituisca comparaggio. 3 Costituisce grave abuso e mancanza professionale acconsentire proporre o accettare accordi. tendenti a promuovere la dispensazione di medicinali finalizzata ad un loro uso incongruo o eccedente. le effettive necessit terapeutiche per trarne un illecito vantaggio. Art 18 Divieto di accaparramento di ricette, 1 Il farmacista non deve promuovere organizzare o aderire a iniziative di accaparramento di. prescrizioni mediche comunque e dovunque poste in essere. Titolo V Rapporti professionali con i colleghi e i tirocinanti. Art 19 Dovere di collaborazione, 1 Il farmacista deve tenere nei confronti dei colleghi un comportamento improntato alla correttezza e. alla collaborazione professionale nel rispetto dei ruoli e delle competenze. 2 Il farmacista che accoglie gli studenti in tirocinio pre lauream concorre di concerto con. l Universit e l Ordine professionale alla loro formazione verificando che questi acquisiscano le. necessarie competenze tecnico professionali e deontologiche La relativa presenza in farmacia deve. avvenire nel rispetto delle disposizioni vigenti anche di natura regolamentare ivi incluse quelle in. materia di sicurezza,Art 20 Controversie professionali.
1 Eventuali divergenze e controversie di natura professionale per un tentativo di conciliazione sono. sottoposte alla valutazione dell Ordine professionale prima di adire le vie legali. Art 21 Comportamenti disdicevoli nei rapporti con colleghi e collaboratori. 1 deontologicamente sanzionabile, a porre in essere o favorire forme di sfruttamento dell attivit professionale dei colleghi. b indurre i colleghi anche propri collaboratori a comportarsi in modo non conforme alle. disposizioni che disciplinano l esercizio della professione o in modo contrario alla deontologia. professionale, c porre in essere qualsiasi forma di discriminazione molestia o mobbing nei confronti di colleghi o. altri lavoratori,Titolo VI Rapporti con l ordine professionale. Art 22 Dovere di collaborazione e comunicazione, 1 Il farmacista ha l obbligo di prestare la massima disponibilit collaborazione e rispetto nei rapporti. con l Ordine professionale per l espletamento delle funzioni allo stesso attribuite dall ordinamento. 2 Il farmacista ha l obbligo di segnalare all Ordine di appartenenza ogni iniziativa tendente ad. imporgli comportamenti contrari alle disposizioni che disciplinano l esercizio della professione o. comunque non conformi ai principi della deontologia professionale. 3 Il farmacista tenuto a comunicare all Ordine presso il quale iscritto ogni variazione relativa ai. dati inseriti nell Albo professionale negli elenchi e nei registri nonch a quelli relativi alle. specializzazioni e all esercizio professionale ai fini del corretto svolgimento dei compiti istituzionali. previsti dalla normativa vigente,Titolo VII Pubblicit e informazione sanitaria.
Art 23 Principi, 1 La pubblicit della professione di farmacista e l informazione sanitaria con qualunque mezzo. diffuse sono consentite nel rispetto dei principi di correttezza veridicit trasparenza e non devono. essere equivoche ingannevoli o denigratorie Esse devono essere funzionali all oggetto e realizzate in. modo consono alle esigenze di tutela della salute di cui la professione di farmacista garante. Contestualmente all attivazione della pubblicit il farmacista tenuto a trasmetterne il contenuto. all Ordine di appartenenza, 2 Il farmacista non pu operare alcuna forma di pubblicit in favore di esercenti altre professioni. sanitarie o di strutture sanitarie, 3 Il farmacista non pu accettare n proporre l esposizione di comunicazioni pubblicitarie relative alla. propria farmacia ovvero all esercizio di cui all art 5 del D L 223 2006 convertito con. modificazioni dalla legge 248 2006 negli studi ambulatori medici e veterinari cliniche e strutture. sanitarie e socio assistenziali Qualora il direttore o il farmacista responsabile non riescano a far. rispettare le disposizioni del presente articolo dalla propriet della farmacia o dell esercizio di vicinato. hanno il dovere di segnalare l inosservanza all Ordine. 4 La pubblicit della farmacia con qualunque mezzo diffusa consentita e libera nel rispetto dei. principi di correttezza veridicit e trasparenza e non deve essere equivoca ingannevole o denigratoria. a tutela e nell interesse dei cittadini Essa deve essere funzionale all oggetto e realizzata in modo. consono alle esigenze di salvaguardia della salute di cui la farmacia presidio. 5 conforme alle norme deontologiche rendere noti al pubblico elementi conoscitivi veritieri e. corretti relativi ai servizi prestati ai reparti presenti nella farmacia nonch ai prezzi praticati. Titolo VIII Attivit professionale nella farmacia, Art 24 Organizzazione dell esercizio della farmacia. 1 Il direttore responsabile dell organizzazione complessiva della farmacia e deve curare in. particolare che l esercizio sia organizzato in modo adeguato al ruolo che la farmacia svolge in quanto. presidio sociosanitario e centro di servizi sanitari. 2 Il direttore garante e personalmente responsabile nell ambito della farmacia da lui diretta del. rispetto delle disposizioni di legge e di tutte le regole deontologiche vigenti che saranno applicate in. maniera uniforme omogenea e senza distinzioni, 3 Eventuali inosservanze alle previsioni che precedono saranno valutate in sede disciplinare secondo.
criteri di omogeneit par condicio ed uniformit e senza distinzioni in ordine alla propriet della. farmacia Qualora la propriet della farmacia non faccia osservare le prescrizioni del Codice. deontologico il farmacista direttore ha il dovere di segnalare l inosservanza all Ordine. Art 25 Insegna della farmacia e cartelli indicatori. 1 Salvo specifiche norme derivanti da leggi regolamenti e ordinanze la denominazione farmacia. nell insegna e l emblema della croce necessariamente di colore verde sono obbligatorie. 2 I cartelli indicatori da intendersi esclusivamente come i cartelli che indicano la direzione e la. distanza per raggiungere la farmacia pi vicina anche in forma di freccia direzionale devono essere. installati nell ambito territoriale della sede farmaceutica di pertinenza prevista nella pianta organica. 3 I cartelli indicatori devono riportare obbligatoriamente sia la direzione che la distanza della. Art 26 Medicinali soggetti a prescrizione medica, 1 Il farmacista deve respingere le richieste di medicinali senza la prescritta ricetta medica o. veterinaria o redatte su ricette prive dei requisiti stabiliti dalla legge. 2 Sono fatti salvi i casi di urgenza gi regolati dalla normativa vigente e quelli in cui ricorra lo stato. di necessit per salvare chiunque ne faccia richiesta dal pericolo immediato di un danno grave alla. Art 27 Divieto di detenere e dispensare medicinali non autorizzati. 1 Il farmacista fatta eccezione per i casi disciplinati da specifiche norme non pu detenere n. dispensare n promuovere medicinali industriali non autorizzati al commercio in Italia ancorch. prescritti su ricetta medica,Art 28 Controllo sulla ricetta. 1 La dispensazione dei medicinali soggetti a prescrizione medica subordinata alla verifica da parte. del farmacista dei requisiti formali e sostanziali della ricetta a garanzia della tutela della salute del. 2 Qualora necessario il farmacista prima di procedere alla dispensazione del medicinale prende. contatto con il medico o veterinario prescrittore riservatamente e in spirito di collaborazione per il. necessario chiarimento,Art 29 Violazione di norme convenzionali. 1 Il rispetto delle disposizioni di natura professionale contenute negli atti convenzionali che. disciplinano i rapporti tra il SSN e le sue articolazioni territoriali e le farmacie pubbliche e private. costituisce per il farmacista preciso obbligo deontologico che ove disatteso forma oggetto di. valutazione disciplinare,Art 30 Consegna a domicilio dei medicinali. 1 La consegna a domicilio dei medicinali soggetti a prescrizione medica pu essere effettuata soltanto. dopo che in farmacia sia avvenuta la spedizione della ricetta originale. 2 Il farmacista che pone in essere iniziative di consegna a domicilio dei medicinali deve assicurare. che tale servizio sia svolto nel rispetto di quanto previsto dagli artt 14 15 e 39 e deve garantire oltre. alla sicurezza corrette condizioni di conservazione dei medicinali. Titolo IX Attivit professionale negli esercizi commerciali di vicinato. Art 31 Prescrizioni per l attivit professionale negli esercizi commerciali. 1 Il farmacista responsabile dell esercizio commerciale di cui all art 5 del D L 223 2006 convertito. con modificazioni dalla legge 248 2006 deve curare che l esercizio sia organizzato in modo. conforme alle normative vigenti, 2 Le eventuali insegne dell esercizio commerciale di cui al comma 1 devono essere chiare e non.
ingannevoli La relativa croce eventualmente esposta deve essere di colore diverso dal verde. 3 Il farmacista responsabile deve assicurare che nell esercizio commerciale di cui al comma 1 non. siano presenti o spedite ricette del SSN e non siano detenuti o dispensati medicinali con obbligo di. ricetta medica ad eccezione di quelli previsti dalla normativa vigente Qualora il farmacista. responsabile non riesca a far rispettare le disposizioni del presente articolo dalla propriet. dell esercizio ha il dovere di segnalare l inosservanza all Ordine. Titolo X Attivit professionale nell industria farmaceutica. Art 32 Principi di comportamento, 1 Il farmacista che esercita la propria attivit nell industria farmaceutica deve tutelare la propria. autonomia ed indipendenza professionale nel rispetto delle previsioni contenute negli articoli 3 e 5. Art 33 Farmacista informatore tecnico scientifico, 1 Il farmacista informatore tecnico scientifico deve promuovere la corretta conoscenza dei farmaci. sulla base di esclusive valutazioni scientifiche, Titolo XI Attivit professionale nelle strutture sanitarie pubbliche e private non aperte al. Art 34 Rapporti con gli altri sanitari e colleghi, 1 Il farmacista che esercita la professione nelle strutture sanitarie pubbliche e private non aperte al. pubblico deve agire su un piano di pari dignit e autonomia con gli altri sanitari e colleghi con i quali. deve instaurare rapporti di costruttiva collaborazione professionale nel rispetto dei reciproci ruoli. 2 Il farmacista nei rapporti con i colleghi delle farmacie territoriali deve favorire lo scambio di. informazioni che possano consentire la realizzazione di un assistenza farmaceutica adeguata alle. necessit sanitarie nel tempo e nei luoghi in cui opera nel rispetto dei livelli essenziali di assistenza. LEA e con spirito collaborativo e di integrazione, Art 35 Controllo sulla dispensazione dei medicinali.
1 Il farmacista che esercita la professione nelle strutture sanitarie pubbliche deve vigilare. scrupolosamente affinch ove sia prevista la dispensazione diretta del farmaco al paziente la. consegna sia effettuata soltanto da farmacisti e nel rispetto di quanto previsto dall art 14 Il farmacista. deve inoltre curare che la dispensazione dei farmaci su richiesta nominativa per uno specifico. paziente con piano terapeutico o in dose unitaria avvenga dalle strutture farmaceutiche di propria. competenza alle unit operative sotto il diretto controllo e la personale responsabilit di un. farmacista Nell allestimento delle preparazioni galeniche deve altres rispettare le prescrizioni. dell art 9, Titolo XII Attivit professionale nell ambito della distribuzione intermedia. Art 36 Doveri del direttore tecnico responsabile, 1 Il farmacista che opera nella distribuzione intermedia deve assicurare che tutti i medicinali siano. conservati e trasportati nelle condizioni idonee Egli garantisce che i medicinali siano ceduti. esclusivamente a soggetti autorizzati alla distribuzione all ingrosso o alla vendita diretta di medicinali. alle farmacie e agli esercizi di cui all art 5 del D L 223 2006 convertito con modificazioni dalla. legge n 248 2006, Titolo XIII Vendita di medicinali tramite internet e prodotti diversi dai medicinali. Art 37 Vendita di medicinali tramite internet, 1 Le farmacie e gli esercizi commerciali di cui all art 5 del D L 223 2006 convertito con. modificazioni dalla legge 248 2006 autorizzati ai sensi dell articolo 112 quater del DLvo 219 2006. possono effettuare la fornitura a distanza al pubblico dei medicinali senza obbligo di prescrizione. tramite Internet o altre reti informatiche nel rispetto delle specifiche tecniche e normative previste. Art 38 Prodotti diversi dai medicinali, 1 Nell attivit di vendita di prodotti diversi dai medicinali il farmacista ha l obbligo di agire in.
conformit con il ruolo sanitario svolto nell interesse della salute del cittadino e dell immagine. professionale del farmacista, Titolo XIV Segreto professionale riservatezza trattamento dei dati e privacy. Art 39 Segreto professionale riservatezza trattamento dei dati e privacy. 1 La conservazione del segreto su fatti e circostanze dei quali il farmacista sia venuto a conoscenza in. ragione della sua attivit professionale oltre che un obbligo giuridico un imprescindibile dovere. morale che il farmacista deve esigere anche dai collaboratori e dagli incaricati del trattamento dei dati. personali Il farmacista pu rivelare fatti coperti dal segreto professionale nelle ipotesi previste dalla. normativa vigente, 2 Il farmacista nel trattamento dei dati personali anche sensibili tenuto al rispetto della normativa. vigente in materia di riservatezza e protezione dei dati Il farmacista assicura la non identificabilit dei. soggetti coinvolti nelle pubblicazioni o divulgazioni scientifiche di dati e studi clinici. 3 Per la valutazione della gravit dell inosservanza degli obblighi di cui al presente articolo pu. essere preso in considerazione l eventuale vantaggio economico ottenuto dal farmacista da altra. persona e parimenti l eventuale danno anche morale causato al paziente o familiare. Titolo XV Infrazioni al Codice deontologico, Art 40 Infrazioni al Codice deontologico e potest disciplinare dell Ordine. 1 Le infrazioni al presente Codice deontologico sono valutate in sede disciplinare dall Ordine di. appartenenza su proposta dell Ufficio istruttorio regionale. 2 Il farmacista sottoposto alla vigilanza deontologica da parte dell Ordine nel cui ambito. provinciale esercita l attivit professionale ferma restando la competenza disciplinare spettante. all Ordine presso il quale il sanitario iscritto, 3 L Ordine professionale pu convocare i farmacisti esercenti nell ambito del territorio di sua. competenza affinch forniscano chiarimenti in merito a specifiche condotte avendo cura di informare. il presidente dell Ordine presso cui il sanitario iscritto. 4 sanzionabile qualsiasi violazione di norme di leggi o regolamenti che disciplinano l esercizio. della professione di farmacista e il servizio farmaceutico nonch di provvedimenti o ordinanze. emanati dalle competenti autorit per ragioni di igiene o sanit pubblica. 5 sanzionabile qualsiasi abuso o mancanza nell esercizio della professione e comunque qualsiasi. comportamento che abbia causato o possa causare un disservizio o un danno alla salute del cittadino. 6 Le sanzioni devono essere commisurate alla gravit dei fatti e devono tener conto della reiterazione. dei comportamenti nonch delle specifiche circostanze soggettive ed oggettive che hanno concorso. a determinare la violazione, 7 Nell esercizio di attivit professionali all estero ove consentite il farmacista italiano tenuto al.
rispetto delle norme deontologiche nazionali nonch di quelle dello Stato in cui viene svolta l attivit. che hanno natura prevalente sulle prime Del pari il farmacista cittadino comunitario o di Paese extra. UE nell esercizio dell attivit professionale in Italia quando questa gli sia consentita tenuto alla. conoscenza e al rispetto della legislazione e delle norme deontologiche vigenti in Italia. Il Giuramento del Farmacista rimane uguale e non stato modificato. CAPITOLO 7, NORME RELATIVE ALLA PRODUZIONE E AL COMMERCIO DEI MEDICINALI PER. PAGINA 392 ottava riga partendo dal basso al termine della frase reso inefficace o. addirittura nocivo aggiungere,Nota Ministero della Salute 27 6 2018. CAPITOLO 8,FARMACOPEA E PREZZI DEI MEDICINALI,PAGINA 399 sostituire il paragrafo 8 2 1. Monografie della Farmacopea, A partire dalla X edizione la FU ha assunto uno stile e una veste tipografica diversi da quelli delle. precedenti edizioni diventando pi simile a quella europea. La Farmacopea in vigore dal 30 3 2009 la XII edizione decreto 3 12 2008 ed composta da un. solo volume che contiene, capitoli generali relativi a prescrizioni generali metodi di analisi per es apparecchiature.
metodi generali fisici e fisico chimici saggi limite saggi e procedimenti tecnologici materiali usati. nella fabbricazione di contenitori contenitori reattivi argomenti generali. monografie generali riferite a classi di prodotti tra i quali droghe vegetali radiofarmaci. monografie delle sostanze,monografie delle forme farmaceutiche. monografie di preparazioni farmaceutiche specifiche. monografie di preparazioni omeopatiche,tabelle e avvertenze. norme di buona preparazione dei medicinali in farmacia NBP. norme di buona preparazione dei radiofarmaci per medicina nucleare NBP RF. Recentemente DM 17 5 2018 e DM 24 7 2018 sono stati aggiornati e rivisti alcuni testi della XII. edizione della Farmacopea Ufficiale In particolare stato sostituito il sottocapitolo 5 10 Controllo. delle impurezze nelle sostanze per uso farmaceutico stato aggiunto il sottocapitolo 5 20. Impurezze Elementali stata sostituita la monografia generale Sostanze per uso farmaceutico. 2034 stata aggiunta la monografia generale Preparazioni farmaceutiche 2619 In relazione. alla monografia generale Sostanze per uso farmaceutico 2034 si precisa che la monografia in. oggetto non si applica a quelle sostanze tra cui droghe vegetali droghe vegetali per preparazioni. omeopatiche preparazioni a base di droghe vegetali estratti tinture madri e preparati omeopatici che. sono gi oggetto di monografie generali separate Inoltre non si applica alle materie prime per. preparazioni omeopatiche tranne quando nella parte non omeopatica della Farmacopea presente la. monografia della sostanza in questione Infine non si applica ai precursori chimici per preparazioni. radiofarmaceutiche Si precisa anche che se la sostanza non iscritta in farmacopea in caso di. impiego in un prodotto medicinale preparato per le speciali esigenze di singoli pazienti l osservanza. di quanto previsto dalle specifiche della monografia generale viene decisa alla luce di una valutazione. del rischio che prende in considerazione sia il tipo di qualit disponibile della sostanza che il suo uso. Il Formulario Nazionale raccolta di formulazioni atte ad assicurare l uniformit di composizione e di. qualit di preparazioni medicinali stato abolito e i testi in esso contenuti adeguati nel titolo e nel. formato sono stati inseriti all interno della Farmacopea e costituiscono le monografie di preparazioni. farmaceutiche specifiche pfs I titoli di tali monografie fanno riferimento per quanto riguarda la. forma farmaceutica ai termini standard adottati dalla Farmacopea europea e pertanto troviamo per. esempio Lidocaina e Idrocortisone preparazione semisolida per applicazione cutanea che riporta. come sottotitolo la vecchia denominazione Lidocaina cloridrato e idrocortisone acetato unguento. crema Alcune sezioni non relative alla qualit dei medicinali come categoria terapeutica e. posologia sono state eliminate, Le norme di buona preparazione dei medicinali in farmacia NBP prima ricomprese nel Formulario. nazionale sono state modificate e non si applicano pi ai soli preparati officinali ma si estendono. anche alle preparazioni magistrali Appendice C Successivamente in considerazione delle. peculiarit dei radiofarmaci e della non adeguatezza delle NBP per l allestimento in ospedale degli. stessi sono state emanate norme di buona preparazione specifiche per le medicine nucleari DM. Le formulazioni riportate nelle monografie delle preparazioni farmaceutiche specifiche possono. essere allestite dall industria farmaceutica dalla farmacia ospedaliera dalla farmacia aperta al. pubblico o qualora non richiedano ricetta per la successiva dispensazione anche nelle parafarmacie. Nel primo caso necessaria non solo l autorizzazione alla produzione ma anche quella. all immissione in commercio AIC il cui ottenimento risulta semplificato Infatti gi in precedenza. Const St sez IV 28 10 1986 n 688 il magistrato aveva stabilito che l elenco del Formulario non. costituiva limitazione all attivit di produzione anche se le monografie mantenevano il loro vigore. come nota tecnica a garanzia di efficacia e sicurezza del preparato rendendo quindi l ottenimento. dell AIC pi semplice, Se la farmacia intende allestire preparati officinali in scala ridotta sulla base delle monografie o. preparati magistrali pu farlo nel rispetto delle NBP che prevedono l assunzione di un sistema di. assicurazione di qualit SAQ basato sui tre punti fondamentali responsabilit pianificazione e. documentazione e che stabiliscono i requisiti per il personale il laboratorio le attrezzature le. materie prime le operazioni di preparazione di etichettatura e di documentazione necessario che il. farmacista mantenga una documentazione completa delle materie prime che acquista nonch delle. preparazioni che allestisce affinch sia sempre possibile ricostruire la storia del prodotto e identificare. in maniera certa le eventuali responsabilit dei diversi operatori. Al fine di garantire la stabilit del preparato il farmacista tenuto all assegnazione della data limite. per l utilizzazione delle preparazioni da lui effettuate e in assenza di informazioni sulla stabilit del. preparato deve calcolare la data limite di utilizzazione basandosi sulle modalit riportate nelle NBP. Appendice C, L etichettatura deve fornire il massimo delle informazioni all utilizzatore per un corretto e sicuro.
impiego del medicinale per cui deve riportare chiaramente e in modo facilmente leggibile e. indelebile, il nome indirizzo e numero di telefono della farmacia espressamente indicato solo nelle NBP. il nome del medico prescrittore nel caso di preparati magistrali e se del caso il nome del. paziente ove indicato, l indicazione che consente di risalire alla documentazione ovvero il numero progressivo della. preparazione, la data di preparazione e la data entro la quale il medicinale deve essere utilizzato. il titolo della monografia nel caso di preparati officinali. la quantit e o il numero di dosi forma, la composizione quali quantitativa della preparazione se si applicano le procedure. semplificate la composizione quali quantitativa dei soli princ pi attivi e qualitativa degli eccipienti se. si rispettano le NBP complete nel caso di preparazioni iniettabili sempre la composizione. quali quantitativa completa I componenti incluse le droghe vegetali devono essere indicati con la. denominazione comune,il prezzo praticato, altre indicazioni previste da leggi e regolamenti per es soggetto alla disciplina di cui al DPR.
n 309 90 Tabella dei medicinali, dettagliate istruzioni ed eventuali precauzioni per il corretto uso e per la conservazione. l indicazione Tenere fuori dalla portata dei bambini e se del caso le modalit di eliminazione dei. contenitori e del contenuto non utilizzato In mancanza di spazio le indicazioni potranno essere. riportate su un etichetta applicata sul contenitore o qualora ci non fosse possibile fornite su un. foglio opportunamente allegato al contenitore stesso anche ricorrendo all uso di pittogrammi. Nell etichettatura delle preparazioni magistrali o individuali sono precettive le indicazioni di cui. all articolo 37 del RD 30 9 1938 n 1706,PAGINA 404 nuovo paragrafo 8 2 3. 8 2 3 Tabelle della Farmacopea, Tabella N 2 Sostanze medicinali di cui le farmacie debbono essere provviste obbligatoriamente. come modificata dal DM 17 5 2018 e DM 24 7 2018, Art 123 lettera a del TU delle Leggi Sanitarie approvato con RD 27 7 1934 n 1265 art 34 del. regolamento per il servizio farmaceutico approvato con RD 30 9 1938 n 1706. Le farmacie sono obbligate a essere provviste dei medicinali indicati nella presente Tabella nei. quantitativi ritenuti sufficienti al regolare espletamento del loro servizio e nelle forme salvo diverse. specificazioni nell elenco e nei dosaggi rispondenti alle abituali esigenze terapeutiche nonch nei. confezionamenti pi idonei alla loro conservazione e al loro pratico impiego Per le basi e gli acidi. liberi l obbligo soddisfatto anche con la detenzione di un loro sale. Nella presente Tabella viene riportato, in carattere retto quanto deve essere tenuto in farmacia come sostanza o dispositivo medico.
in carattere corsivo quanto deve essere tenuto in farmacia come sostanza e o come prodotto. medicinale,Ace inibitori 1,Acetazolamide,Acetilcisteina. Acido acetilsalicilico,Acido tranexamico,Acqua depurata. Acqua sterile per preparazioni iniettabili,Adrenalina p i.


Related Books

CALENDARIO APPELLI A.A. 2019-2020 - cdlm-ctf.unipr.it

CALENDARIO APPELLI A A 2019 2020 cdlm ctf unipr it

FABBRICAZIONE INDUSTRIALE DEI MEDICINALI - appelli orali 16/1 4/2 24/2 ore 9 16/4* ore 9 12/6 3/7 22/7 ore 9 8/9 23/9 ore 9 2/11* ore 9 Sonvico - Rossi - Buttini LEGISLAZIONE FARMACEUTICA/ Ved. Legislazione Farmaceutica/ TECNOLOGIE FARMACEUTICHE INDUSTRIALI Fabbricazione Industriale dei Medicinali

taxnotes - mmmlaw.com

taxnotes mmmlaw com

wishes to unilaterally direct the sale or lease of the property or make other major decisions that require unanimous consent of all the co-owners. In fact, based on this fundamental condition, a single dissenting co-owner can effectively prevent a sale of the property, even if the co-owner is deemed to be acting unreasonably.

ELECTRONICS TECHNOLOGY Basic Mechatronics

ELECTRONICS TECHNOLOGY Basic Mechatronics

Basic Electronics and Telecommunications ELECTRONICS TECHNOLOGY Basic Mechatronics. 221 American River College Catalog 2016-2017 ELECTRONICS TECHNOLOGY Mechatronics Degree and Certificate This degree or certificate provides training in a multi-disciplinary field focusing on industrial automation. Topics include electricity, electronics, industrial motor controls, programmable logic controllers ...

Introduction to Operating Systems - SANS - Research

Introduction to Operating Systems SANS Research

Introduction to Operating Systems ... The Windows XP operating system is a dynamic and continually changing ... you can check the running processes on the device, the

PENGEMBANGAN PROFESIONALITAS GURU

PENGEMBANGAN PROFESIONALITAS GURU

(1) Pendidikan nasional mempunyai tiga fungsi dasar yaitu; (1) untuk mencerdaskan kehidupan bangsa, (2) untuk mempersiapkan tenaga kerja terampil dan ahli yang diperlukan dalam proses industrialisasi, (3) membina dan mengembangkan penguasaan berbagai cabang keahlian ilmu pengetahuan dan teknologi; (2) Sebagai negara kepulauan yang berbeda-beda suku, agama dan bahasa, pendidikan tidak hanya ...

BAB II LANDASAN TEORI 2.1 Tinjauan Umum 2.1.1 Sejarah ...

BAB II LANDASAN TEORI 2 1 Tinjauan Umum 2 1 1 Sejarah

2.1 Tinjauan Umum 2.1.1 Sejarah Pendidikan Tari di Indonesia Pada jaman sebelum kemerdekaan istana merupakan pusat kegiatan seni yang mendapatkan dukungan bagi para bangasawaan. Setelah Indonesia merdeka istana tidak lagi menjadi pusat seni secara mutlak. Tari-tari istana telah memasyarakat

MR20 - meraki.cisco.com

MR20 meraki cisco com

Datasheet | MR20 MR20 Dual-band, 802.11ac Wave 2 access point delivering entry-level enterprise wireless for small businesses and SOHO deployments Entry-level cloud-managed 802.11ac wireless The Cisco Meraki MR20 is a dual-radio, cloud-managed 2x2:2 802.11ac Wave 2 access point with MU-MIMO support. Designed for

PREPRE- ---FEASIBILITY REPORTFEASIBILITY REPORTFEASIBILITY ...

PREPRE FEASIBILITY REPORTFEASIBILITY REPORTFEASIBILITY

Environmental Clearance for Proposed RIICO Industrial Area Project (Areaal Area Project (Area- ---121.5628 ha)121.5628 ha)121.5628 ha) At VillageAt Village ...

Freedom and Its Concept in Islam - IPEDR

Freedom and Its Concept in Islam IPEDR

Islam recognizes right of both men and women to the freedom equally without acknowledging the superiority of color, geographical boundaries, religious beliefs, social norms and ritual practices and also being harmless to other individuals of the society. Keywords: definition, history in west and Islam, concept of freedom in Islam, some basic kinds

BENZOIC ACID AND SODIUM BENZOATE - WHO

BENZOIC ACID AND SODIUM BENZOATE WHO

Benzoic acid and sodium benzoate. ... COMPARATIVE KINETICS AND METABOLISM IN LABORATORY ANIMALS AND ... and advisers who participate in the preparation of a